“Uno degli obiettivi principali sin dal mio arrivo – racconta Josè R. Dosal, Amministratore Delegato della Fondazione Musica per Roma – è stato quello di immaginare il Parco della Musica sempre più a misura di famiglia con un’offerta che avvicini i più piccoli a questa importante istituzione culturale di Roma che è l’Auditorium”. Questo desiderio ha iniziato a prendere forma all’interno di “Auditorium Family”, un cartellone di eventi nato e pensato per soddisfare ogni desiderio di svago e approfondimento per tutte le età. Per usare le parole di Doval, si tratta di un progetto “che vuole educare lo spettatore di domani alla bellezza che qui si produce”.

Per questo scopo così ambizioso Musica per Roma ha ingaggiato un dream team di artisti, animatori, musicisti, tutti chiamati a coinvolgere bambini e famiglie per giocare, apprendere e vivere insieme la magia dello spettacolo. Gli eventi in programma dal 24 aprile sino al 22 maggio (molti dei quali gratuiti) contano infatti una serie di ospiti di eccezione, dal compositore e musicista jazz Massimo Nunzi al maestro Ambrogio Sparagna, dall’Orchestra di Piazza Vittorio al collettivo teatrale dei Gatti Ostinati e La tribù dei Lettori.

Il debutto di Auditorium Family è stato affidato a “GiocaJazz”, una lezione-spettacolo tenuta domenica scorsa da Massimo Nunzi e una band di alto livello, in cui i bambini sono stati introdotti al mondo del pentagramma utilizzando il jazz. Questo genere, infatti, fortemente legata all’improvvisazione e all’interazione, dove tutti sono protagonisti e nello stesso tempo gregari, è perfetta per rendere attiva la partecipazione dei ragazzi.

Invece a partire da sabato 7 maggio, tutti i sabati del mese alle 16.30 e tutte le domeniche alle 11.30, i più piccoli potranno essere coinvolti nelle visite-esplorazioni che raccontano il Parco della Musica e le sue meraviglie, come se si trattasse di un castello incantato dove la musica, l’arte e la storia si mescolano alla quotidianità. Maggio porterà una lunga lista di eventi da non perdere. Si parte il 1 maggio con “Il gioco dei canti di maggio”, un evento gratuito che si caratterizza come un viaggio sotto forma di gioco tra i canti popolari più noti del repertorio italiano, con l’insegnante di musica popolare Laura Perazzotti e il maestro Ambrogio Sparagna.

Nei pomeriggi delle domeniche successive (dall’8 al 29 maggio) saranno le letture ad alta voce de La tribù dei Lettori ad animare il Foyer Auditorium, con reading dei più bei libri selezionati per il premio “Scelte di classe”. Tocca all’Orchestra di Piazza Vittorio, invece, condurre i giochi domenica 22 maggio. L’ensemble romana, nota per essere una fucina del multiculturalismo artistico, proporrà ai bambini e alle loro famiglie lo spettacolo “L’Atlante di Piazza Vittorio”, una lezione di geografia musicale che abbraccia la meravigliosa diversità dei suoni provenienti dagli strumenti di tutto il mondo, dal solfeggio con le tabla indiane alla storia dell’oud, dalla tradizione griot dell’Africa occidentale alle sonorità sudamericane. Auditorium Family conclude questa prima serie di eventi con le “fiabe scientifiche” curate del collettivo teatrale dei Gatti ostinati all’interno di “Coltivare lo stupore – Storie per occhi aperti e orecchie curiose” (sabato 21 e domenica 22), attraverso letture animate dedicate alla Relatività, tema conduttore dell’attuale edizione del Festival delle Scienze.