Gli attimi prima e dopo i bombardamenti aerei che hanno distrutto l’ospedale Al Quds di Aleppo (Siria) attraverso le telecamere di sicurezza dell’edificio. Almeno cinquanta vittime, tra cui 3 bambini, per il raid aereo che mercoledì 27 aprile ha colpito l’ospedale siriano gestito da Medici senza frontiere. All’inizio del filmato appare un uomo con il camice verde che cammina lungo i corridoi dell’edificio. Si tratta di Wasem Maaz, l’ultimo chirurgo pediatra della zona controllata dai ribelli, rimasto ucciso nell’attacco. Inizialmente si pensava che a lanciare le bombe fossero stati degli aerei appartenenti forze armate siriane, ma l’accusa è stata subito smentita dalla tv di Stato (video tratto da Channel 4 news)