“La vicenda in Campania è la nuova ‘mafio-corruzione’, che ormai è diventato tutt’uno”. Così il direttore de il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, ospite a diMartedì (La7) dopo il nuovo caso di corruzione e appalti truccati a favore dei casalesi nel quale è indagato il presidente del Pd campano, Stefano Graziano, in cui si ipotizza il reato di concorso esterno in associazione mafiosa.”Le mafie saltano la mediazione con la politica – continua Travaglio -. Sempre più spesso mettono i loro uomini dentro le istituzioni. L’altro ieri il problema sembrava Davigo, oggi ci accorgiamo che sono i politici”. E su Renzi dice: “Non è il primo che cerca di mettere sotto i magistrati, sono 20 anni che la politica di destra e sinistra legifera per cercare di impedire ai magistrati di fare il loro lavoro. Soltanto Renzi – continua – è convinto che la storia è cominciata con la sua data di nascita. Stanno cercando in tutti i modi di annacquarla. Se non ci fosse – chiosa – si svuoterebbe il Parlamento