Un romanzo noir che sembra essere dotato di una sorprendente preveggenza. E’ ‘L’inganno dell’ippocastano‘ (Salani editore), thriller d’autore del giornalista e critico tv, Mariano Sabatini. La storia è ambientata in una Roma tentacolare, dove imprenditoria, politica, informazione e malavita convivono nel bene e nel male. Un libro strettamente legato con l’attualità romana che racconta la vicenda di Ascanio Restelli, imprenditore di successo a un passo dalla candidatura a sindaco di Roma e misteriosamente assassinato. Al centro della trama due giornalisti, Viola Ornaghi e il suo collega Leonardo Malinverno che cercheranno in ogni modo di arrivare alla verità. A fare da sfondo alla vicenda, una Capitale splendida in un contesto borghese dietro cui si celano intrighi e segreti. Dopo essere stato autore per TMC e per la Rai e, appunto, temuto critico televisivo, Sabatini esordisce ufficialmente nel panorama del romanzo d’autore