Tre morti nel giro di poche ore tra Milano e Monza. Tutti e tre, due giovani e un anziano, in incidenti ferroviari. L’episodio che ha coinvolto l’uomo in età più avanzata è avvenuto nella stazione di Certosa, a Milano, dove giovedì scorso aveva perso la vita anche una ragazza. I due giovani, invece, sono morti in mattinata, in Brianza, e in una stazione della metro, sempre a Milano.

Il primo incidente è avvenuto pochi minuti dopo le 10 nella stazione MM3 di Rogoredo, a Milano: un 22enne è stato travolto e ucciso da un convoglio. In un primo momento si era ipotizzato il suicidio, ma dagli accertamenti della polizia è emerso la vittima potrebbe essere caduta forse per un malore, forse per un suo possibile stato alterato: era stato notato camminare barcollando lungo la banchina della fermata.

Il secondo episodio ha riguardato un 28enne, travolto alle 11.20 da un treno regionale diretto da Milano Porta Genova a Lecco, mentre si trovava sui binari fra Carnate ed Arcore, in Brianza. Al momento si ipotizza un suicidio. Nel pomeriggio nella stazione di Milano Certosa, pochi minuti dopo le 16, un ottantenne, non ancora identificato, è morto dopo essere stato colpito da un treno in transito da Torino a Salerno. Anche in questo caso sembra che la vittima avesse deciso di suicidarsi. Il macchinista, infatti, avrebbe detto di averlo visto sdraiarsi sui binari.