Il mercato brasiliano, e quello sudamericano in generale, viene considerato strategico dalla Fiat. Che non a caso ha introdotto un nuovo modello di segmento A, la Mobi, con gli ingombri di un’utilitaria visto che è lunga solo 3.56 metri. E con un occhio di riguardo per la moda del momento: quella dei crossover. Tipologia di vetture a cui sono sensibili anche a quelle latitudini, a quanto pare, visti i buoni risultati di quello che sarà il suo competitor più forte: la Renault Kwit.

Il debutto commerciale della nuova arrivata è stato salutato da eventi in contemporanea nelle principali città del Brasile, dove costerà 31.900 Real: poco più di ottomila euro. Pesa solo 907 kg e viene costruita sulla piattaforma della Novo Uno: proprio il modello che va ad affiancare ampliando l’offerta della gamma Fiat. L’unico motore proposto è il 1.0 Flex da 75 cavalli, con cambio manuale a cinque marce, che va sia a benzina che a miscela di etanolo.

L’impostazione, dunque, è quella classica del crossover urbano compatto. Con nessuna velleità da offroad, visto che al momento non sono previste varianti con trazione integrale, ma comunque una certa “attenzione” alle strade dissestate visto che l’assetto da terra è rialzato. L’estetica è gradevole, e gli allestimenti disponibili sono ben sei: Easy, Easy On, Like, Like On, Way e Way On.

Particolare attenzione, infine, è stata data alle esigenze delle nuove generazioni. E dunque all’infotainment: si può gestire tramite un display e comprende una app denominata Live On, che permette di interfacciarsi con il veicolo tramite il proprio smartphone.