Organizzavano combattimenti tra cani. Per questo la polizia di Genova e Imperia ha denunciato cinque persone (quattro uomini e una donna). Tra questi c’è un imprenditore genovese di 33 anni. L’indagine è partita da una confidenza sull’imprenditore, proprietario di tre pitbull: si diceva che potesse allenarli per farli combattere. Gli investigatori hanno scoperto che uno di questi era tenuto sempre segregato per aumentarne l’aggressività. Gli agenti hanno seguito l’imprenditore che si è recato in una villa in provincia di Pavia dove ha incontrato altre 4 persone con i loro cani. I poliziotti hanno fatto irruzione, i cinque hanno abbandonato i cani tentando la fuga, ma sono stati bloccati ed è stato individuato un vero e proprio allevamento abusivo, con circa 40 cani pitbull, dogo argentino e American Staffordshire Terrier, quasi tutti privi di micro-chip. Le perquisizioni nelle abitazioni dei denunciati hanno fatto scoprire anche altri cani e numerosi medicinali anche dopanti