E’ di questi giorni la notizia che un gruppo di ricercatori dell’Università di Chimera, nello Stato di Utopia, è riuscito a isolare e a dimostrare l’esistenza della Relazione Perfetta, quella che, tante volte è stata spacciata solo come una fiaba da raccontare ai bambini la sera per farli addormentare e far loro sognare un mondo migliore, esisterebbe realmente. Cautela e speranza sono convolate a nozze nel cuore di milioni di single per scelta che finora avevano sempre tenuto a precisare l’impossibilità di far parte di  una coppia a causa dell’inesistenza di un rapporto che potesse essere considerato minimamente soddisfacente. Cari single per scelta, se tutto corrispondesse a verità, avete i giorni contati, vi aspetta l’estinzione invece della tanto agognata distinzione.

coppia

Nonostante da parte di eminenti studiosi ed intellettuali di tutto il mondo si siano cominciati a sollevare dubbi e scetticismi tesi a screditare anche solo l’ipotesi di una qualsivoglia relazione del genere, sembra invece che l’annuncio non sia affatto privo di fondamento. Gli studi, sebbene condotti finora in gran segreto, sono stati voluti e finanziati dai discendenti dei Montecchi e dei Capuleti, ancora colpevolizzati dall’opinione pubblica per quel fattaccio di Romeo e Giulietta. Il loro quindi vuole essere una forma di riscatto sociale, difficile metterne in dubbio la buona fede.

In esclusiva su questo blog posso già dare voce a qualche indiscrezione, purtroppo, nella miglior tradizione giornalistica, non posso rivelare le mie fonti, quindi sono consapevole di chiedervi un atto di fiducia non di poco conto, spero di meritarlo. Se avete bisogno di sapere qualcosa in più di me,  per darmi credito, vi direi di leggere i miei vecchi post, se non rischiassi di farmi pubblicità occulta, ma, in fondo,  è un rischio che sono disposto a correre. Cosa non si fa per guadagnarsi la simpatia dei lettori!?

Secondo i ricercatori della prestigiosa Università, per avere la Relazione Perfetta bisognerebbe essere in due e quindi sostengono, in partenza, i risultati degli studi condotti in precedenza e che vedevano in questo numero l’unico dato certo a disposizione.La Relazione Perfetta esisterebbe ed è quella fatta di mille imperfezioni ed anche qualcuna in più, non bisogna mai lesinare di fronte l’abbondanza e quindi, se è possibile dimostrare i difetti dei rapporti di coppia, in modo molto semplice, ossia rivolgendosi all’esperienza che ognuno ha con sé, troviamo che l’ipotesi sostenuta non è affatto peregrina, ma poggia su basi solide e inconfutabili.

Sembra inoltre che, nella Relazione Perfetta, i due membri della coppia comunichino, questo è sempre stato un aspetto controverso e lungamente dibattuto in tanti anni di ricerche(non dimentichiamoci tutte le seguitissime serie tv di fantascienza nate sulla scia di queste teorie) e che ha visto la comunità scientifica letteralmente spaccarsi in due con toni tutt’altro che spenti, da una parte i sostenitori della comunicazione e dall’altra i detrattori che invece vedevano, nella mancanza di quest’ultima, l’ingrediente principale per la Relazione Perfetta. Il fatto che queste due fazioni non riuscissero a comunicare tra loro, se non con insulti e improperi, andava a tutto vantaggio dei secondi che vedevano rafforzata così la loro posizione, ma ora i primi possono cominciare meritatamente a festeggiare e riprendersi la rivincita.

Se non siete single per scelta, ma accoppiati per convinzione, leggete questo post in compagnia del vostro partner e, se qualche tensione tra voi ha cominciato a sciogliersi, grazie ad un sorriso ed uno sguardo complice, allora siete la migliore prova vivente della Relazione Perfetta. Ovviamente tutto nell’attesa dei risultati che saranno presto dati da Chimera e dal suo team.