Nel 2012 Salvatore Iaconesi scopre di avere un tumore al cervello e insieme alla moglie Oriana Persico decide di diffondere in rete la sua cartella clinica, lanciando ‘La Cura‘ oggi diventato un libro (edito da Codice edizioni). Salvatore ha 42 anni è ingegnere e hacker, Oriana esperta di inclusione digitale di anni ne ha 36 vivono a Roma ma si apprestano a girare l’Italia per diffondere il loro ‘modo” con cui hanno affrontato la grave malattia. Salvatore è stato operato al Neuromed di Pozzilli in Molise, una delle scelte più difficili prese anche e in virtù dello strumento ‘La Cura’ attraverso il quale sono entrati in contatto con una miriade di persone: artisti, musicisti, poeti, ingegneri, prevedibili truffatori e tanti medici, fra i più sensibili all’iniziativa. ‘La Cura’ è il primo esperimento di “open source” applicato alla medicina. L’oncologo Umberto Veronesi ha scritto della scelta di Salvatore: “Il gesto di dare alla sua diagnosi la massima visibilità possibile – secondo l’ex ministro – è una forma di lotta ai tabù che circondano questa malattia” riprese e montaggio di Samuele Orini