In merito alla vicenda Panama Papers, il vicepresidente di Unicredit Luca Cordero di Montezemolo ha dichiarato che non possiede società offshore né conti esteri e che non ha commesso alcun illecito. Lo ha detto il 7 aprile nel corso dell’ultimo cda della banca. L’indomani, l’Espresso pubblica i documenti riguardanti la società panamense Lenville Overseas. Il presidente di Alitalia sarebbe il beneficiario della società che nel 2007 ha aperto anche un conto in Svizzera. “Ho potuto ricostruire che società e conto, trattandosi di nove anni fa (periodo in cui ero fortemente impegnato in Confindustria, Fiat e Ferrari), mi furono proposti dai miei consulenti finanziari in vista di investimenti che non furono poi mai realizzati”, aveva aggiunto Montezemolo di fronte al cda di Unicredit. “Ha fatto una dichiarazione. Mi fermo lì”, taglia corto l’amministratore delegato Federico Ghizzoni all’Ambrosetti di Cernobbio. Insistiamo. “Non fatemi parlare“. C’è giusto il tempo di fargli dire cosa pensa di coloro che scappano dal fisco: “Sicuramente da condannare”