L’assemblea degli azionisti di Daimler Benz che si è svolta mercoledì 6 aprile a Berlino resterà negli annali. E non solo perché i soci si sono visti distribuire 3,25 euro di dividendi per ogni azione detenuta per un totale di 3,5 miliardi, un record nella storia dell’azienda tedesca produttrice di automobili e motori. Il fatto è che la riunione è finita con l’intervento della polizia dopo una maxi rissa al buffet. Oggetto del contendere i golosi Saitenwürschtle, variante di manzo e maiale del classico würstel prodotta nel Baden Wüerttemberg e da consumarsi accompagnata dalla senape.

Secondo la stampa locale, di fronte alle oltre 12mila salsicce messe a disposizione dei 5.500 azionisti presenti è scoppiata una rissa: un socio non ha resistito e dopo essersi riempito il piatto di insaccati ha iniziato a infilarne alcuni pacchetti in una borsa da portare a casa. Un altro dei presenti ha contestato il “furto” e l’ha aggredito verbalmente. Dopo un primo intervento della security interna, che non è riuscita a dividere i due contendenti, i vertici del gruppo non hanno potuto fare altro che chiamare la polizia che ha placato gli animi e riportato l’ordine.

Il presidente del consiglio di sorveglianza, Manfred Bischoff, ha ironizzato sull’accaduto: “I casi sono due, o abbiamo bisogno di più würstel oppure li facciamo sparire del tutto”.