IL GOVERNO D’AFFARI AL SERVIZIO DELLA SUPERLOBBY DA 2 MILIARDI

SOTTOBOSCHI – L’editoriale di Marco Travaglio
Se Matteo Renzi pensa di archiviare lo scandalo petroli con le dimissioni della ministra Federica Guidi, si sbaglia di grosso. Il pozzo nero di greggio, veleni, leggi e malaffari scoperchiato dall’inchiesta non si chiude col sacrificio di una delle poche ministre estranee al Giglio Magico.

IL PATTO DI FERRO TRA MATTEO RENZI E MARIAELENA BOSCHI CON LE LOBBY
Il premier blinda il ministro intoccabile: il suo ruolo è quello di controllare che il Parlamento faccia quello che vuole il governo. Di Wanda Marra

VIETATO DANNEGGIARE GLI AFFARI: STOP ALLE LEGGI SULLA TRASPARENZA
Le norme sui lobbisti sono impantanate in Senato da mesi e l’esecutivo ha bloccato il tentativo di trasformarle in emendamenti. Di Stefano Feltri

MILIARDI INVESTITI MA A TARANTO RESTA SOLO L’INQUINAMENTO
L’emendamento spinto da Federica Guidi sbloccava il progetto. L’Eni stima gli effetti: più 12 per cento di emissioni. Di Francesco Casula

IL DOSSIER – RENZI, RECORD CONSULENZE NELL’ULTIMO ANNO DA SINDACO
Openpolis – Nel 2013 Firenze ha speso per incarichi esterni più di Milano, il triplo di Roma e dieci volte quanto Napoli. Di Tommaso Rodano

IL CLAN DEI SICILIANI ANTIMAFIA ORA IMBARAZZA CONFINDUSTRIA
Affari, poltrone, amicizie (e avvisi di garanzia) del trio Lo Bello, Montante e Gemelli. Con la regia di Marcegaglia. Di Giorgio Meletti e Sandra Rizza

“BERTOLASO HA PARTECIPATO ALL’ILLECITO”
Le motivazioni – Salvato dalla prescrizione nel processo sull’emergenza rifiuti campana. Di Nello Trocchia

SGRAVI, EFFETTO BOOMERANG: CROLLA L’OCCUPAZIONE
Dopo l’Inps, anche l’Istat certifica il flop: con gli incentivi tagliati, giù gli occupati, sale il tasso di disoccupazione e gli inattivi. Di Carlo Di Foggia

“CONTRATTI POCO CHIARI”, COSÌ SI INCHIODA LA BANCA
La rivolta dei tosati – Decine di azionisti degli istituti veneti presentano ricorso in sede arbitrale: tre hanno già vinto. Di Roberto Rotunno

IL RISIKO DI AL-SARRAJ: “DATECI SOLDI, NON SOLDATI”
Si definiscono le alleanze, il premier ottiene l’appoggio di dieci città.