Sarà che è il primo aprile, giorno di scherzi molto spesso malriusciti, ma non si capisce bene se l’ennesima vicenda che riguarda Fedez (e pubblicata dalla versione online di Repubblica Milano) sia  vera o falsa. Forse, molto più semplicemente, è vera in parte.

La “notizia” sarebbe la seguente: stanotte il rapper avrebbe avuto ulteriori problemi con il vicino di casa (con il quale era addirittura arrivato alle mani qualche tempo fa) a causa del volume dello stereo troppo alto e di una rumorosa “sgasata” in automobile alle 4 del mattino. Nessun contatto fisico, stavolta, anche se Fedez avrebbe continuato a disturbare “picchiando pugni contro il muro in comune tra i due appartamenti e insultandolo”. Il vicino avrebbe chiamato la polizia (che avrebbe suonato al campanello di Fedez senza ricevere risposta) ma non avrebbe denunciato il giudice di X Factor. Abbiamo usato tanti condizionali perché, visto che è il primo aprile e visto che le notizie su Fedez (vere o false) si susseguono una dopo l’altra senza soluzione di continuità, abbiamo contattato direttamente il rapper, chiedendo lumi sulla vicenda.

La risposta del cantante è chiara: “Ieri sera non ero nemmeno in casa. Sono tornato all’alba e mi sono messo a dormire. E se dormivo ovviamente non potevo fare casino o svegliare il figlio del vicino. Peraltro la macchina l’avevo data a mio padre, che non è tipo da ‘sgasata’”. La polizia è effettivamente andata a far visita a Fedez, e lui lo ha scoperto solo pochi minuti fa chiedendo al portiere: “I poliziotti sono venuti ma non so a che ora. Può anche darsi che abbiano suonato mentre stavo dormendo”.

È una storia che sembra vera a metà, dunque, perché le forze dell’ordine hanno risposto alla chiamata del vicino di Fedez, ma a quanto pare per tutta la notte il rapper non era in casa e dunque non avrebbe potuto far casino neanche volendo. Federico Lucia detto Fedez è la Belen del rap, questa è cosa nota: qualsiasi inezia lo riguardi comincia a cadere dalla montagna del giornalismo online arrivando a valle come una valanga enorme. Diventa difficile, dunque, capire quanto sia vero e quanto no delle notizie che lo riguardano e che sui siti web tirano più di un carro di buoi in discesa.

Quello che sappiamo mentre scriviamo è che il vicino ha chiamato la polizia, la polizia è andata a verificare ma dall’appartamento di Fedez non si sentiva nessun rumore e nessuno ha risposto al campanello. In più, è lo stesso rapper a garantire che ha fatto rientro in casa all’alba dopo la notte fuori e si è messo subito a dormire, smentendo categoricamente di aver fatto baccano o di aver dato pugni sul muro svegliando i pargoli del vicino. L’odissea di Fedez e del suo irascibile vicino di casa sembra non avere mai fine. La cosa difficile è distinguere il vero dal falso (o quantomeno dal verosimile) e raccontare di conseguenza.