Alla fine Ignazio Marino non correrà per la carica di sindaco a Roma. Lo ha annunciato alla presentazione del libro ‘Un marziano a Roma’ alla Feltrinelli di via Appia davanti ai tanti fan ed esponenti della sua ex giunta, come il vice sindaco Luigi Nieri, la consigliera Imma Battaglia e alcuni ex assessori. “Vi chiedo di scegliere insieme una donna o un uomo che non sia io, che possa guidare la città di Roma, vincere le elezioni e continuare il cambiamento avviato e che non si fermerà. Il candidato deve provenire dalla società civile, non deve essere scelto da qualcuno in qualche stanza ma si deve di mettere a disposizione di Roma 5-10 anni”. Marino poi aggiunge: “So che la delusione tra di voi è tanta, ma credo nel cambiamento: sono un visionario e voglio fare parte di questo progetto”. E spiega alla platea stracolma: “Abbiamo una serie di appuntamenti: il referendum delle trivelle. Così mentre Papa Francesco con un’enciclica intraprende la sua battaglia contro i carburanti fossili, il Pd invita a non votare. Poi c’è la riforma costituzionale che è un’imbroglio, il Senato dovevi chiuderli e farci un museo”