Il capogruppo Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, è intervenuto a Radio Cusano Campus e ha raccontato la propria disavventura con una maxi-bolletta della luce: “I fornitori dei servizi gas, elettrici, ecc non fanno i controlli, non leggono i contatori e dopo due tre anni ti arriva un bollettone. A me è arrivata una bolletta della luce da 14.000 euro, mi è venuto un mezzo collasso, dati i tempi. Tra casa, giardino, illuminazione e così via, fai presto a fare i conti. Tra l’altro dentro al bollettone spesso ci sono importi non dovuti”. Brunetta, poi, ha parlato di Guido Bertolaso, candidato sindaco di Roma per Fi: “L’altra sera ho avuto l’amico Bertolaso a cena, perché siamo andati a fare una visita al Divino Amore, ne abbiamo tutti i bisogno dai i tempi. Siamo andati insieme in pellegrinaggio, c’era una processione pasquale. A cena i racconti che ho sentito da Bertolaso – continua -, dall’Aquila alla protezione civile, senza dimenticare l’Africa, sono i racconti di un uomo straordinario, schivo, con una esperienza di vita e professionale straordinaria. Mi chiedo perché di fronte a quest’uomo straordinario tanta cattiva stampa”