Subito dopo l’attentato di Lahore in Pakistan, Facebook ha attivato il suo sistema di sicurezza, “safety check” inviando per errore notifiche agli utenti di tutto il mondo, compresi anche coloro che non si sono mai recati nel Paese asiatico. Il social network sta chiedendo a moltissime persone di confermare con un click la propria incolumità a seguito delle esplosioni avvenute nella città pakistana. Immediatamente la reazione delle persone coinvolte si è spostata sugli stessi social network, da Twitter allo stesso Facebook