Il mio post su Facebook? Ho scritto che c’è da tagliare qualche testa islamica. Era un post di taglio populista, ma contestualmente ho pubblicato un post dal taglio più ragionato. Era per provocare una discussione tra i miei amici virtuali e capire il loro humus”. Così risponde a La Zanzara, su Radio24, Enrico Conti, il consigliere comunale Pd di La Spezia, entrato ieri nell’occhio del ciclone per il un post pubblicato su Facebook a seguito degli attentati di Bruxelles. Il politico dem, polemizzando con i conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo, ribadisce a più riprese che si trattava di un pensiero scritto per i suoi amici virtuali, ma in realtà il post aveva inizialmente visibilità pubblica. E sottolinea: “Non ho combinato assolutamente alcun casino. Il discorso è un po’ diverso. Poi se c’è qualcuno che vuole speculare su quello che faccio...Quello dell’altro giorno è il mio modo di operare all’interno delle mie amicizie virtuali: provocare una discussione e capire le risposte dei miei amici. Non pensavo certo che qualcuno ci speculasse. Poi la cosa è andata oltre e vi assicuro che è una polemica del tutto infondata”. Conti, poi, sbotta coi timonieri della trasmissione: “Ma conoscete la mia vita e la mia storia? Voi non sapete chi sono. Non sono uno di passaggio che oggi vi serve per fare audience”