I KAMIKAZE DI BRUXELLES LASCIATI LIBERI DI COLPIRE
La strage di Bruxelles: kamikaze all’aeroporto e bomba in metropolitana. La risposta Isis all’arresto di Salh Abdeslam fa 34 morti e 200 feriti.

SCUSACI MINZOLINGUA – L’editoriale di Marco Travaglio
Ho appena vinto un processo contro Minzolini, che da direttore del Tg1 mi aveva querelato perché gli davo del Minzolingua al servizio di B. E un po’ mi dispiace: non di avere scritto quelle cose, tutte tragicomicamente vere, ma di averlo battuto in tribunale. Nel ’94, all’alba del berlusconismo, Montanelli descrisse che avremmo presto rimpianto Emilio Fede perché sarebbe stato scavalcato da tali e tanti neofiti da farci provare nostalgia.

LA BEFFA DI SALAH E GLI ALLARMI INASCOLTATI
Ancora una volta le forze di sicurezza si sono dimostrate incapaci di individuare e fermare le cellule islamiche che continuano ad agire nel Paese. Di Leonardo Coen

ANTITERRORISMO UE, NESSUN IMPEGNO È STATO MANTENUTO
Dopo la strage di Parigi i capi di governo avevano promesso di coordinarsi contro i terroristi. Ma non sta funzionando. Di Stefano Feltri

MERKEL, RENZI & C. SOLO CHIACCHERE E DISTINTIVO
Dal Bataclan a Salah: perché tutti questi errori continui e ripetuti. Di Antonio Padellaro

“NELLE NOSTRE CITTÀ NON ABBIAMO LA POLVERIERA BELGA”
L’agente segreto: “Certo che può succedere un attentato anche da noi, ma la proporzione del rischio è di settanta a uno. Qui non ci sono radici”. Di Marco Lillo

FIUMICINO, UN COLABRODO: “MA DOPPIO CONTROLLO NO”
Il Paese è “a rischio zero”, ma il livello resta “immediatamente precedente a quello dell’attacco” di Parigi. Di Enrico Fierro, Davide Milosa e Valeria Pacelli

L’INTERVISTA – “CARRAI E GIORNALI, L’ITALIA LABORATORIO NEOAUTORITARIO”
L’ex ministro socialista, Rino Formica, e le inquietanti analogie su potere e informazione tra il partito della Nazione e il fascismo. Di Fabrizio D’Esposito

IL QUIZZONE DEL GOVERNO PER INVENTARSI LA NUOVA RAI
L’accordo che dà il canone a Viale Mazzini scade il 6 maggio: ad aprile parte la consultazione. Di Carlo Tecce

L’INSERTO ECONOMICO – ULTIMATUM DELL’UE A VISCO: VEDERE ETRURIA E LE ALTRE ENTRO APRILE
Nella lettera della Commissione che autorizzava il decreto sulle quattro banche c’è una dead line precisa: dopo quella data possono solo recuperare i crediti. Tradotto: sono morte. Di Carlo di Foggia e Giorgio Meletti

LA BEFFA DEI VOUCHER: MIAGLIAIA DI CONTRATTI TRASFORMATI IN ULTRA-PRECARI
Il ministero del Lavoro rivela la dimensione del disastro: 14 milioni di persone pagate (poco) coi buoni orari. In molti prima avevano qualche forma di tutela, ora non più. Di Virginia Della Sala

LE RAGIONI DI CHI VUOLE DARE L’ACQUA AI PRIVATI
Il referendum, che voleva la gestione pubblica, era sbagliato: quel modello nei decenni passati ha provocato disastri che stiamo ancora pagando. Di Carlo Ponti

VOLÒ DALLA FINESTRA DI MPS: ORA SI INDAGA PER OMICIDIO
Il pm ha disposto la riesumazione del cadavere per una nuova autopsia e l’incidente probatorio sulla dinamica della caduta. Di Davide Vecchi

IL PARADOSSO DI GUANTANAMO
Obama ha inaugurato all’Avana il nuovo corso con il regime comunista parlando di diritti umani, ma non ha ancora risolto il nodo del carcere della guerra al terrore. Di Giampiero Gramaglia

NESSUNO RESTA BUONO, NEANCHE I SUPEREROI
Da oggi in sala “Batman v Superman”, il duello pessimista e dark che chiama in causa persino Dio. Di Federico Pontiggia

LA ESCORT CHE LEGGE FENOGLIO NELLA MILANO DI MORTI E PAPPONI
Carlo Monterossi si ritrova a indagare nella città del dopo-expo. Ma stavolta, ad accompagnare il narratore Robecchi, anche qualche fantasma. Di Nanni Delbecchi

MULTIFORME E MAGICO, IL PICASSO A TRE DIMENSIONI
Oltre 240 capolavori negli spazi del Musée National ci restituiscono un ritratto a lungo segreto dell’artista, che lasciava alla scultura il compito di creare feticci. Di Angelo Molica Franco