Era annoiata o tesa, Belen Rodriguez, ospite domenica sera di Fabio Fazio a Che tempo che fa? Non è una di quelle domande fondamentali che cambiano la vita della gente e il corso della storia, ma la resa televisiva della solitamente arrembante showgirl argentina è stata così scarsa che il dubbio viene.

Arriva in studio bellissima ma castigata, con una gonna per lei lunghissima. E lo sottolinea pure, forse stupendosi di se stessa (“Stasera ho fatto la brava!”). Lo sguardo sembra spaventato, forse sa che a Che tempo deve mettere in campo ben altro che la sua incontestabile bellezza. Certo, Fabio Fazio non aiuta, visto che comincia a interpretare il solito ruolo del maschio inebetito da cotanto splendore, dunque poco presente a se stesso. Non che il conduttore ligure ci abbia abituati a interviste memorabili, beninteso, ma con Belen è andata addirittura peggio del solito.

Lei, abituata a condurre le danze in ogni circostanza, prova a citare qui e là (senza nominarlo mai) Stefano De Martino (chiamato “ex marito”). In pratica, prova a buttarla sul gossip, perché lì è preparata, è materia sua, è il cavallo di battaglia. Fazio non ci casca e, anzi, dopo il secondo o il terzo tentativo dell’argentina, sbotta: “Vedete come sono bravo a far finta di niente? Non chiederò nulla sull’argomento!”. Belen, nel tentativo di uscire dall’imbarazzo, la butta sul ridere: “Ma forse non sai nemmeno che non stiamo più insieme”.

Ma è Fazio a chiudere perentoriamente la parentesi, provocando orgasmi multipli in quella fascia di pubblico che non ne può più del gossip sulla vita sentimentale della Rodriguez: “No, no, lo so. Ma sono affari vostri quindi non mi interessano”. Game, set, match. Ogni tanto persino Fazio piazza la zampata giusta.

L’intervista si trascina stanca fino alla fine, con la “sorpresa” del video di un provino che Belen aveva fatto proprio per Che tempo che fa. Fazio continua a interpretare il maschio eccitato, stavolta anche disperato perché, qualcosa come dieci anni fa o giù di lì, si è fatto scappare l’allora sconosciuta ma già bellissima Belen: “Vi rendete conto? Non l’abbiamo presa! A mia discolpa posso dire che quel giorno non c’ero!”.

Sarà stata contenta Filippa Lagerback, accomodata a pochi metri di distanza, sempre più “Cellophane Woman”, utilizzata con il contagocce e ormai persino umiliata in diretta (per la serie: “Abbiamo detto no alla Rodriguez e abbiamo preso questa!”). #JeSuisFilippa, hanno subito cinguettato su Twitter. Ma più che un hashtag estemporaneo, servirebbe una campagna internazionale di sostegno a una professionista fin troppo garbata.

Sull’intervista a Belen non c’è nient’altro da aggiungere, perché nient’altro è successo. Nemmeno l’ingresso di Luciana Littizzetto riesce a regalare un colpo di coda, un sussulto di originalità, un minimo cenno di vita. Era tesa o era annoiata? Forse tutte e due.

Che tempo che fa non è certo il suo ambiente naturale, quindi la showgirl argentina sarà arrivata in studio con una per lei inusuale strizza addosso. Poi, però, al resto ci ha pensato Fazio, narcotizzando la conversazione con un’intervista al cloroformio che urla vendetta. Basti pensare che la cosa più originale, provino a parte, è stato ritirare fuori la storia della farfallina sanremese. Avanguardia pura, con sforzo autoriale senza precedenti.