Scontro vivace negli studi de L’Aria che tira (La7) tra l’europarlamentare di Forza Italia, Alessandra Mussolini, e il deputato Pd, Gennaro Migliore, sulle elezioni amministrative di Roma. “A proposito del ‘chiesimo’ di Gasparri” – afferma Alessandra Mussolini – “io ho ‘chieso’ ai tre leader del centrodestra, Berlusconi, Salvini e Meloni, di trovare un solo candidato, perché quello che mi fa rabbia è che c’è gente che vuole votare il centrodestra. C’è, ad esempio, il Pd con Giachetti che è battibilissimo: si confonde tra la gente, non si vede, è invisibile”. “Questa invece è la forza di Giachetti” – ribatte Migliore – “è molto vicino alla gente”. “Ma quando mai?”, replica Mussolini, che sbotta quando il deputato Pd fa notare che a una certa parte della destra fa gola l’elettorato del M5S. E risponde al deputato dem, citando Bassolino e il caso delle primarie napoletane. “Bassolino è quello che ti ha battuto una volta in maniera sonora” – osserva Migliore – “quindi direi che queste sono vecchie ferite ed è inutile riaprirle”. “Vedi che non capisci?” – controbatte l’europarlamentare – “A Bassolino hanno fatto un mazzo così a Napoli, perché le vostre primarie sono un po’ tarocche”. Migliore accusa la collega di interromperlo, Mussolini risponde: “No, non interrompo. Voi siete uomini così bravi, noi siamo solo donne incinte”. “Quella gente maschilista veramente devi andare a cercarla nella tua parte politica”, commenta Migliore. “Guarda che hai cambiato pure te le palle, dai”, replica Mussolini, la quale, alla conduttrice Myrta Merlino che le chiede spiegazioni, risponde: “Volevo dire che ha cambiato pure lui 3mila partiti. Non mi ricordo più dove stava prima”. “Sei stata volgare adesso” – afferma il deputato Pd – “Non fa niente, faccio finta di non aver sentito”. “Bisogna essere anche un po’ volgari”, replica Mussolini, che poi commenta con toni critici la copertina di Crozza a Dimartedì (La7): “Purtroppo per Crozza l’unica cosa positiva di queste elezioni romane è che la Raggi e la Meloni sono le uniche candidate ovariche, cioè hanno quello che manca a molti uomini: gli attributi. E’ inutile che Crozza faccia ironia”. E ammette sconsolata: “Chi voto tra i 4 candidati di centrodestra a Roma? Dato che sono di Forza Italia e non faccio infamate, come fanno in tanti, anche se non siamo stati interpellati in questi accordi, mi attengo a quello che ha detto Berlusconi. Lui dice che il candidato è Bertolaso e devo votare Bertolaso. Che devo fare?