Fatto da Voi, il nuovo progetto de ilfattoquotidiano.it, è online ufficialmente da qualche giorno. Una sezione aperta ai lettori ci sta regalando notizie, emozioni e sguardi inediti sulla società. Un grande racconto collettivo che è solo all’inizio.

Ed è stupefacente notare come l’agenda dei media si discosti così tanto dagli occhi della gente comune, da quello che ciascuno di voi guarda – e racconta – ogni giorno. Tra gli oltre 250 contributi pervenuti questa prima settimana su fattodavoi.ilfattoquotidiano.it vi segnaliamo le storie che ci hanno più colpito: per la loro straordinarietà, o viceversa per la loro incantevole semplicità. Storie quotidiane e persone comuni: una notizia in un’immagine, un istante che permette di capire il Paese. Nella sua grandezza, e nelle sue meschinità.

L’economia vista dai lettori è tutta in questa foto: anziani che rovistano tra l’immondizia per cercare qualcosa da mangiare [Contributo inviato da ].

fattodavoi1

Tipi umani, facce, volti e nuove povertà. Il contributo di  per la nuova categoria “La città che parla“.

citta-parla

Non solo denuncia: Fatto da Voi nasce anche con l’intento di segnalare le buone notizie e le cose belle che riescono ad emozionare e regalare un sorriso: la primavera che sboccia sul Gran Sasso; o la bellezza che vedete dalla vostra finestra quando sorge o tramonta il sole. Per queste immagini nasce la sezione Albe e tramonti d’Italia, che è già la più affollata di contenuti.

[Contributo di ]

fattodavoi3

Luoghi incantati: la solitudine del Corno Grande [Contributo inviato da ]

roccacalascio-900x500

Per partecipare basta iscriversi a fattodavoi.ilfattoquotidiano.it e andare sulla voce Contribuisci anche tu (Vi sarà richiesta la registrazione che sarà possibile anche con lo stesso account Facebook).
Ulteriori info sul progetto e le modalità di funzionamento sono riportate qui
Per assistenza o domande potete scrivere a community@ilfattoquotidiano.com
Trovate Fatto da Voi anche sui social
Aspettiamo la tua storia. Guarda le altre pubblicate sulla piattaforma e leggi bene le linee guida.