Riccardo Bossi è stato condannato a un anno e 8 mesi per appropriazione indebita aggravata per le presunte spese personali con i fondi del Carroccio. Ma come è iniziata la vicenda ‘The Family’ sull’uso privato dei fondi del partito? Tutto parte a Genova, l’8 gennaio 2012. Il Secolo XIX scopre alcuni investimenti esteri della Lega nord: 7 milioni di euro di rimborsi elettorali verso Tanzania, Cipro e Norvegia. Protagonisti sono l’allora tesoriere Francesco Belsito e l’imprenditore veneto Stefano Bonet, arrestati con accuse che vanno dall’associazione per delinquere alla truffa aggravata al riciclaggio, e Paolo Scala, che si fa chiamare “l’avvocato” anche se non lo è. Operazioni finanziarie dubbie, ipotesi di tangenti e riciclaggio, fino ad arrivare ai soldi spesi in diamanti e lingotti d’oro, o quelli per The Family. Ecco la ricostruzione dello scandalo che ha travolto la Lega di Umberto Bossi nell’inchiesta di Servizio Pubblico andata in onda il 19 aprile 2012