Se Giorgia Meloni si candida in nome e per conto di tutto il centrodestra, io tirerò le conclusioni di questa sua decisione”. Sono le parole pronunciate dal candidato di Forza Italia al Campidoglio, Guido Bertolaso, nel corso di ‘Un giorno da pecora’, su Radio Due. A farsi interprete più preciso delle dichiarazioni dell’ex capo della Protezione Civile è il candidato di centrodestra a sindaco di Milano, Stefano Parisi, ospite in studio, che spiega: “Guido ha detto che, se la Meloni si candida avendo tutto il centrodestra a favore, lui si ritira”. Bertolaso conferma e aggiunge: “Se Berlusconi decide di puntare sulla Meloni, benissimo, io sono l’uomo più felice della Terra. Torno a occuparmi dei bambini poveri e malati che stanno in Africa e non ho certamente remore o rimorsi”. Poi precisa: “La Meloni è una mia amica, le voglio bene, sono affezionatissimo a lei, la stimo moltissimo. E’ una persona leale, possiamo tranquillamente continuare a lavorare insieme. Meloni vicesindaco di Roma? Giorgia è un leader politico nazionale, per favore”. Nel finale i due candidati del centrodestra si scambiano uno scaramantico “daje”, come auspicio di incoraggiamento per la campagna elettorale