Le gazebarie diventano le ‘buffonarie‘. Così la lista di Alfio Marchini, con un flash mob a piazza del Popolo battezzato ‘Nun te fa fregà Roma’, prende in giro sia la consultazione popolare per Guido Bertolaso, le cosiddette ‘gazebarie’ di Forza Italia, che le primarie del Pd dove ha prevalso il candidato Roberto Giachetti. Urne e schede finte con quesiti bizzarri ma forse nemmeno troppo surreali. “Vuoi Guido, Bertolaso o quello legato al terremoto a L’Aquila, chi scegli?”. Inizia così la scenetta messa in piedi da Alessandro Onorato, ex capogruppo della Lista Marchini in Campidoglio, con un finto elettorale. “I teatrini li lasciamo alla politica, a noi interessano i lavoratori, le famiglie, noi siamo gli unici ad avere un programma per Roma, ecco i nostri 130 punti, le finte gazebarie o primarie le lasciamo a loro, ai partiti”, aggiunge Onorato. “Bertolaso per noi è una candidatura di comodo, non abbiamo interesse a sabotarlo”, risponde alle segnalazioni riportate dallo staff dello stesso Bertolaso di giovani pagati per votare in diversi gazebo contro l’ex capo della protezione civile. Come sempre a Roma, quando ci sono le telecamere dei Tg non può mancare il presenzialista tv Marco Fortini, tra i volontari per improvvisare queste ‘buffonarie’. “So Marchiniano? No so marchettaro”, scherza