Di nuovo in campo di venerdì per ragioni di Champions: stavolta ad anticipare è la Juventus, chiamata mercoledì prossimo all’impresa col Bayern Monaco, ma prima alla conferma in campionato contro il Sassuolo, una delle squadre più in forma del momento. Il Napoli risponderà domenica sera a Palermo, vittima di un tourbillon di allenatori. Domenica alle 15 fari puntati sulla Roma, che a Udine vuole continuare la sua striscia di vittorie e – chissà – riagganciarsi al treno scudetto. Mentre CarpiFrosinone è uno spareggio salvezza, quasi ad eliminazione diretta: chi perde (ma forse anche chi pareggia) retrocede.

LA SFIDA – JUVE-SASSUOLO, UN GIRONE FA L’ULTIMA SCONFITTA
28 ottobre 2015: la Juventus perde 1-0 a Reggio Emilia contro il Sassuolo, scivola al dodicesimo posto in classifica e sembra dire addio alla lotta scudetto. Un girone dopo i bianconeri sono di nuovo davanti a tutti, e in caso di vittoria potrebbero momentaneamente allungare a più sei sul Napoli. In mezzo ci sono state 17 partite: 16 vittorie e un solo pareggio. A Bologna, prima della sfida di Champions contro il Bayern Monaco. Sono le due insidie che preoccupano Massimiliano Allegri: il Sassuolo è una squadra pericolosa ed in gran forma (tre vittorie e cinque risultati utili consecutivi), l’ultima in grado di battere in Serie A i campioni d’Italia; e la testa, inevitabilmente, non potrà non correre almeno in parte al match da dentro fuori di Monaco di Baviera. Niente turnover, però: dovrebbero giocare dall’inizio Mandzukic, Dybala e Pogba. Mentre dall’altra parte Berardi, bianconero in pectore, ha la febbre e potrebbe partire dalla panchina. Dal Sassuolo al Sassuolo, Di Francesco sogna di interrompere la striscia bianconera: prima o poi la Juventus dovrà pur perdere. Ma tutti gli avversari se lo ripetono inutilmente ormai da un girone intero.

DIAMO I NUMERI – CARPI-FROSINONE, SPAREGGIO SALVEZZA
1: un solo precedente tra Carpi e Frosinone. L’anno scorso la sfida tra le due “cenerentole” di Serie B valeva la promozione: finì 0-0 in Emilia all’andata e 1-0 al ritorno per i canarini. Oggi è uno spareggio salvezza.
6: i punti conquistati quest’anno dal Verona lontano dal Bentegodi. L’Hellas è l’unica squadra della Serie A che non ha mai vinto in trasferta.
135: i giorni trascorsi dall’ultima sconfitta in campionato della Juventus, proprio contro il Sassuolo. La gara di andata fu decisa da una punizione di Sansone.

IL FATTO – PALERMO NEL CAOS: ZAMPARINI SI AFFIDA AI RICORDI
Domenica il Palermo contro il Napoli sarà guidato dal settimo allenatore stagionale: Iachini, Ballardini, Viviani, Bosi, Tedesco, Schelotto, di nuovo Iachini. Adesso tocca a Walter Novellino. Zamparini ha fatto una scelta di cuore per provare a risolvere il disastro tecnico di cui è stato artefice (come sempre), ma stavolta anche un po’ vittima: il primo esonero di Iachini è stato probabilmente un errore, ma la cacciata di Ballardini gli è stata imposta dallo spogliatoio e la fuga in Argentina di Schelotto non era davvero preventivabile. Per una volta le colpe non sono solo del patron. Ma adesso la situazione si è terribilmente complicata, il Frosinone è arrivato a meno uno e lo spettro della retrocessione incombe. Con Novellino Zamparini ha tanti bei ricordi: la storica promozione in Serie A, poi la salvezza con i gol di Maniero e le magie di Recoba. Da allora, però, è passato tanto tempo. Forse troppo. Novellino va per i 63 anni e da sette stagioni non allena in Serie A. Basteranno i ricordi e l’esperienza per salvare il Palermo?

29° GIORNATA
Juventus-Sassuolo venerdì ore 20.45
Empoli-Sampdoria sabato ore 18
Inter-Bologna sabato ore 20.45
Chievo Verona-Milan domenica ore 12.30
Carpi-Frosinone domenica ore 15
Fiorentina-Hellas Verona domenica ore 15
Genoa-Torino domenica ore 15
Udinese-Roma domenica ore 15
Lazio-Atalanta domenica ore 20.45
Palermo-Napoli domenica ore 20.45

Twitter: @lVendemiale