Centoquaranta sedie vuote, su ogni sedia un cartello con un nome e un’età. Con il flash mob “140 sedie in piazza” a Livorno si chiude, a un mese dall’anniversario, il calendario delle iniziative “Moby Prince: verso il 25esimo anniversario” pensato e organizzato dalle associazioni dei familiari delle vittime e dall’associazione culturale ‘Effetto Collaterale‘. “L’immagine di queste sedie per me vuol dire tutto”, dice Loris Rispoli, presidente dell’associazione dei familiari delle vittime “140”. E aggiunge: “Sono il dolore, la rabbia, la passione. Sono 25 anni”. “Il ciclo di eventi che si sono tenuti a Livorno il 10 di ogni mese dallo scorso novembre – spiega Angelo Chessa, presidente dell’associazione dei familiari delle vittime “10 Aprile” – ha l’intento di dare risalto a questo venticinquesimo anniversario, sono 25 anni che chiediamo verità e giustizia”