Cinque persone sono state assassinate e tre persone sono rimaste ferite nella sparatoria avvenuta nella notte del 9 marzo nella città di Wilkinsburg, nello stato americano della Pennsylvania. La polizia e le ambulanze sono giunte nella zona di Franklin Avenue, nella periferia della città a 13 km da Pittsburgh, dopo le 23: le autorità parlano di quattro donne e un uomo uccisi. Ancora in corso le indagini per ricostruire la dinamica del fatto e il movente. Secondo le autorità, le vittime stavano partecipando a una festa nel cortile di una casa e sono stati colpiti dai proiettili da due diverse angolazioni, con due armi da fuoco differenti. Secondo la polizia sono quindi almeno due i colpevoli del delitto, ma si sono dati subito alla fuga e dunque nessuno è stato al momento fermato.

“Gli invitati hanno tentato di correre nell’abitazione e a quel punto una persona sul lato o nel cortile adiacente ha sparato contro il portico sul retro”, ha ricostruito la polizia, secondo quanto riporta la stampa statunitense. Decine di proiettili sono state trovate a terra e un testimone ha detto all’emittente WPXI di aver sentito almeno 20 spari. Non si conoscono ancora i motivi dell’attacco. Quattro dei feriti sono morti sul posto, e la quinta persona è deceduta dopo il trasporto in ospedale. Due dei feriti sono in condizioni critiche, mentre una terza persona, una donna, è stabile.