La Polizia ha arrestato sei donne, tutte dell’Est Europa, che, infiltrandosi tra i turisti stranieri in visita nel capoluogo toscano, tentavano di derubarli dei loro beni. Il servizio di osservazione predisposto dai poliziotti della Squadra Mobile ha consentito di svelare, anche grazie all’ausilio di personale della Polizia Scientifica per le attività di videoripresa, la tecnica usata dalle borseggiatrici per portare a compimento il loro intento criminoso. Le donne, la cui età oscilla tra i 59 e i 22 anni, attendevano in prossimità delle aree destinate alla sosta dei pullman che i turisti scendessero dagli stessi per poi seguirli ed entrare in azione lungo le strade che portano nel centro storico di Firenze. Le borseggiatrici, infatti, sono state filmate mentre si infiltravano tra le comitive di turisti del sud-est asiatico che percorrevano Via dei Malcontenti per raggiungere il centro cittadino e, dopo aver “circondato” la vittima designata, tentavano di impossessarsi dei beni custoditi in borse o zaini celando il movimento repentino delle mani con un cartone o con foulard indossati sul collo. Le sei donne, tutte con precedenti specifici, sono state arrestate con l’accusa di tentato furto aggravato continuato in concorso