Sembra un motoscafo. Di quelli eleganti e italiani, anni 60-70. In realtà è un prototipo che Toyota presenterà alla Design Week di Milano il mese prossimo. Cos’ha di particolare? Beh, se vi sembra normale che una roadster a due posti e trazione elettrica sia realizzata quasi completamente in legno

Avete capito bene, legno. E di varie qualità (cedro e betulla giapponesi, ad esempio), visto che uno degli intenti dell’azienda nipponica, si legge in una nota, è quello di osservare come “con lo scorrere del tempo l’auto assorbirà le aspirazioni e i ricordi delle persone che la utilizzeranno”.

E cosa meglio del legno può rappresentare il cambiamento che avviene stagione dopo stagione? Non è un caso che il nome Setsuna in giapponese significhi “momento”: proprio a sottolineare che per la realizzazione di quest’oggetto è stato scelto un materiale che muta al passare del tempo. Forma, colore, consistenza. L’augurio è che non venga esposta troppo alle intemperie.