“Anche chi non vota alle primarie del Pd deve preoccuparsi di quanto avvenuto a Napoli. Se c’è uno che dà soldi in cambio di voti alle primarie, dobbiamo chiederci cosa ottiene in cambio e questi personaggi ottengono quasi sicuramente appalti o altro sulla nostra pelle”. Così il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (M5s) commenta, a margine di una conferenza stampa a Casavatore (Napoli), i presunti brogli alle primarie napoletane del Pd in diversi seggi. “Agli elettori del Pd faccio un appello affinché si ribellino e chiedano indietro l’euro che hanno speso per votare. Il Pd – conclude Di Maio – dovrebbe annullare le primarie