Il cadavere di un ragazzo tedesco di 20 anni, residente a Montescudaio, è stato trovato intorno alle 7 di martedì mattina a Pisa, in piazza del Duomo. Sul corpo non ci sono ferite evidenti e non si conoscono ancora le cause del decesso. Il ventenne, Florian Gregor Schmidt, è stato trovato sul prato, dietro il battistero, a ridosso delle mura, con la testa appoggiata su uno zaino per la scuola, come se dormisse. L’allarme è stato dato da una donna che era a passeggio con i suoi cani e che ha avvisato i militari dell’esercito che effettuano il servizio di vigilanza. Quando l’ambulanza è giunta sul posto, il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Il ragazzo sarebbe arrivato in piazza dei Miracoli poco prima del ritrovamento del corpo, mentre a Pisa pioveva a dirotto: gli inquirenti stanno visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza della piazza per capire se il giovane è arrivato solo o in compagnia. Secondo il racconto di un amico di Gregor, sentito dai carabinieri, il ragazzo avrebbe contattato la madre del compagno lunedì, non avendo lui un cellulare, per dargli appuntamento in piazza dei Miracoli: i due però non si sarebbero mai incontrati. Lunedì sera Gregor aveva chiamato anche i genitori, che vivono a Montescutaio, per avvisare che sarebbe rimasto a nella città toscana, senza però specificare il motivo. Un primo esame del medico legale ha escluso qualunque segno di violenza così come la presenza di buchi sulla pelle che potessero indicare una qualche assunzione di droga.

Il ventenne, nato a Monaco di Baviera, frequentava il liceo artistico “Russoli” di Pisa, non lontano dal complesso monumentale di piazza dei Miracoli.