Aveva presentato la sua idea al un collega, invitandolo però a “non dirlo a nessuno” perché “non è quello su cui dovremmo lavorare”. L’idea in questione era l’email e il suo inventore, Ray Tomlinson, è morto sabato mattina a 74 anni. Il Sydney Morning Herald ha parlato di un infarto, ma le ragioni del decesso non sono ancora state ufficialmente comunicate.

Nel 1971 aveva ideato un programma per Arpanet, il predecessore di Internet, che permetteva di inviare messaggi personali ad altri utenti di computer su altri server. Tomlison era stato inserito nel 2012 nella Internet Hall of Fame. “Un vero pioniere della tecnologia, Ray era l’uomo che ci portò l’email nei primi giorni dei computer in rete”, ha dichiarato il portavoce di Raytheon Company, dove l’uomo lavorava.

“Grazie, Ray Tomlinson, per aver inventato l’email e messo in campo il segno @”, ha twittato Gmail sul suo account. Il programma inventato da Tomlison rivoluzionò il modo di comunicare, sia nella vita personale sia in quella lavorativa. Quando presentò per la prima volta l’invenzione a un collega, secondo Forbes, l’informatico disse: “Non dirlo a nessuno, non è quello su cui dovremmo lavorare”.

(immagine tratta da YouTube)