Il Napoli attacca, la Juventus risponde. Il duello a distanza prosegue e la Roma è attenta osservatrice, pronta ad approfittare di un passo falso. Dopo il 3-1 al Chievo della banda di Sarri, i bianconeri tengono il passo con una prestazione senza smalto ma vincente grazie a Barzagli e Lemina. Giusto per ribadire che la Juventus ha tante frecce per il suo arco ed è a una partita dal girone senza sconfitte (ultimo ko contro il Sassuolo, prossimo avversario). Insuperabile anche Gigi Buffon che aggiungendo i 90 minuti di Bergamo sale sul podio dei portieri imbattuti dietro Sebastiano Rossi e Dino Zoff. Lo squillo della Roma nell’anticipo di venerdì complica, probabilmente in maniera definitiva, i piani Champions del Milan. I rossoneri cadono rovinosamente a Reggio Emilia contro il Sassuolo, ormai una bestia nera. I neroverdi accorciano così proprio sul sesto posto occupato dalla squadra di Mihajlovic, che ne ha assoluto bisogno per essere certo di partecipare all’Europa League. Altrimenti dovrà vincere la Coppa Italia. L’Inter può approfittarne nel posticipo contro il Palermo. Se i rosanero usciranno senza punti in tasca da San Siro, dovranno guardarsi le spalle perché il Frosinone non molla. Ciofani e Blanchard portano i ciociari a -1 dal club di Zamparini. Vittorie pesanti in ottica salvezza per Sampdoria e Genoa contro Empoli e Verona, ormai spacciato.

RISULTATI (tra parentesi gli assist)

Roma-Fiorentina 4-1: 22’ El Shaarawy, 25’ Salah (Perotti), 38’ Perotti (El Shaarawy), 48’ Ilicic (rig), 58’ Salah (Pjanic) Ammoniti: Pjanic, Nainngolan, Salah (R); Costa, Bernardeschi, Badelj (F)

Verona-Sampdoria 0-3: 6’ Soriano, 11’ Cassano, 30’ Christodoulopoulos (De Silvestri) Ammoniti: Marrone (V); Fernando, Ranocchia, Christodoulopoulos (S)

Napoli-Chievo 3-1: 2’ Rigoni, 6’ Higuain (Ghoulam), 38’ Chiriches (Jorginho), 70’ Callejon (Allan) Ammoniti: Castro, Cesar, Meggiorini (C)
I titolarissimi Higuain e Callejon, il semi-disperso Chiriches. Sarri batte il Chievo, ritrova una vittoria che mancava dal 7 febbraio e avvisa la Juve: la rosa lunga non è una prerogativa solo bianconera. Allegri sempre nel mirino, la Roma a distanza e un calendario in discesa nelle prossime partite. A patto di non entrare in campo svagati come contro i veronesi (si veda il gol di Rigoni), attenzione al prossimo mese del Napoli. Ghoulam è in palla, Callejon non si ferma mai, Higuain è tornato a segnare dopo un fisiologico filotto di partite a digiuno. C’è tutto, compreso il gioco come dimostra l’azione del 3-1 chiusa dall’esterno spagnolo. Roba da Barcellona. Palermo, Udinese e Genoa sono avvisate.

Torino-Lazio 1-1: 12’ Belotti, 78’ Biglia (rig) Ammoniti: Vives, Peres, Acquah (T); Parolo, Konko (L) Rigore sbagliato: Immobile (T)

Atalanta-Juventus 0-2: 24’ Barzagli (Mandzukic), 86’ Lemina Ammoniti: Paletta, Cigarini, Toloi (A); Pogba, Marchisio (J)
Diciassette vittorie in diciotto partite, nonostante un secondo tempo a ritmo lento nel quale l’Atalanta non sfigura. Anzi, nel finale spaventa i bianconeri prima del raddoppio-show di Lemina. In tutto questo, c’è da festeggiare Gianluigi Buffon: 836 minuti di imbattibilità gli valgono il terzo posto nella speciale classifica alle spalle di Sebastiano Rossi e Dino Zoff. Un altro segreto della Juventus, vincente anche quando gioca partite normalissime. Eppure bastano 24 minuti per sbloccarla: corner di Dybala, sponda di Mandzukic e correzione di Barzagli. L’Atalanta reagisce, gli uomini di Allegri tengono e vanno vicini al raddoppio con Khedira. L’ingresso di Diamanti alza i giri dei bergamaschi proprio quando al Juve si siede. Ma Lemina, servito da Mandzukic, salta tutta la difesa con una serpentina e stoppa le ansie.

Bologna-Carpi 0-0Ammoniti: Giaccherini (B); Crimi, Romagnoli, Gagliolo (C)

Frosinone-Udinese 2-0: 12’ Ciofani (Dionisi); Blanchard (Pavlocic) Ammoniti: Blanchard, Paganini (F); Piris, Thereau, Matos (U)

Genoa-Empoli 1-0: 48’ Rigoni (Cerci) Ammoniti: Cerci (G); Zambelli, Paredes, Buechel, Cosic (E)

Sassuolo-Milan 2-0: 27’ Duncan (Berardi), 71’ Sansone (Vrsaljko) Ammoniti: Berardi (S); Bonaventura, Bertolacci (M) Espulsi: Defrel (S)
Fine della corsa. Su un campo che aveva spento anche altri sogni, il Milan manda in frantumi la rincorsa alla Champions. Dopo nove risultati utili consecutivi, il k.o. di Reggio Emilia spedisce i rossoneri a 9 punti dalla Roma. E proprio i neroverdi tallonano ora Mihajlovic: tre punti dividono le due squadre. Attenzione perhé se il Milan non dovesse vincere la finale di Coppa Italia, il sesto posto sarà decisivo per qualificarsi all’Europa League. I rossoneri si sgonfiano dopo venti minuti di buon calcio, al quale partecipa anche Balotelli. Poi Duncan buca Donnarumma (gran gol) e mette le ali al Sassuolo, vicino al raddoppio con Sansone e Berardi. Nel secondo tempo prosegue il dominio. Il Milan è scollato, gli uomini Di Francesco danno spettacolo e bissano con Sansone servito da Vrsaljko al termine di un’azione viziata da un fallo su Bertolacci. Nonostante l’espulsione di Defrel, il copione non cambia: Di Francesco non rinuncia ad attaccare. Il Sassuolo ha fatto punti contro tutte le big: grandi si diventa così.

Inter-Palermo (ore 20.45)

CLASSIFICA (*una partita in meno)
Juventus 64
Napoli 61
Roma 56
Fiorentina 53
Inter 48*
Milan 47
Sassuolo 44
Lazio 38
Bologna 36
Chievo 34
Empoli 34
Torino 22
Sampdoria 31
Genoa 31
Atalanta 30
Udinese 30
Palermo 27*
Frosinone 26
Carpi 22
Verona 18