A Napoli, nel quartiere Soccavo, il giorno dopo la scoperta di un seggio allestito nello studio medico di Pina Tommasielli, ex assessore allo Sport e Pari opportunità del Comune di Napoli con la Giunta de Magistris, scoppia un altro caso. Proprio la donna, nominata lì presidente di seggio, è stata sostituita all’ultimo minuto da Antonio Sforza. Un cambio avvenuto a poche ore dall’apertura del seggio (che si trova all’interno di un parco privato) e dopo le pressioni di Valeria Valente, una dei candidati delle primarie del Pd a Napoli. “Sebbene non siamo contenti della soluzione finale, almeno – spiega la Valente ai microfoni de ilfattoquotidiano.it – è stato posto un rimedio che argina dal punto di vista dell’etica e della deontologia professionale. Non ci sembrava il massimo della correttezza che un medico facesse seggio nel suo studio e fosse lui il presidente di quel seggio” di Fabio Capasso e Veronica Bencivenga