Di lei non si avevano notizie da mesi. Il corpo di Rossana Bramante, 75enne invalida civile originaria della provincia romana, è stato ritrovato nella serata di domenica dentro un congelatore nella casa dove da alcuni anni abitava a Ronciglione, in provincia di Viterbo, insieme al fratello. La scoperta è avvenuta in seguito a una segnalazione anonima ricevuta dai carabinieri.

Diversi gli elementi della vicenda ancora non chiari: in primo luogo la provenienza della telefonata che ha segnalato la presenza del cadavere nel congelatore. Oggetto d’indagine anche la reale causa del decesso della donna, che si scoprirà con certezza solo dopo l’autopsia disposta dal pm: gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi, ritenendo che possa trattarsi di omicidio, o di occultamento di cadavere in seguito a decesso per cause naturali. L’abitazione è stata posta sotto sequestro.