Un algerino residente in Belgio che aveva stretti contatti con Abdelhamid Abaaoud, la mente degli attacchi del 13 novembre a Parigi, è stato arrestato in Algeria. Lo riportano i media locali spiegando che l’uomo, Zahir Mehdaoui di 29 anni, è stato fermato ad Akbou, nel dipartimento di Bejaia a 250 km a est di Algeri.

Mehdaoui – riporta l’agenzia Aps secondo quanto riferito da Le Figaro – è sospettato “di avere legami con gli attacchi terroristici a Parigi dello scorso novembre”.
Secondo il quotidiano Le Soir d’Algerie, Mehdaoui ha lasciato l’Algeria nel 2012 per andare in Turchia e poi passare in Grecia prima di stabilirsi nei pressi di Bruxelles, dove ha sposato una cittadina belga.