I Millennials italiani sul web adorano cercare “milf”, “squirt” e …“italian”. Il nazionalismo del belpaese non ci abbandona mai, nemmeno quando online andiamo alla ricerca di video porno. Lo dimostra un’approfondita ricerca di Pornhub, in collaborazione con la rivista Cosmopolitan, dove si è scoperto che nella fascia d’età tra i 18 e i 34 anni, i cosiddetti “millennials” o generazione Y, uomini e donne nati tra i primi anni ottanta e i primi anni duemila, di fronte alla casella vuota del “cerca” si concentrano pressoché alla pari tra i due sessi nella categoria “italian”. Moglie, buoi e video porno dei paesi tuoi, insomma.

Una tendenza di fiducia verso il proprio paese che, come spiegano i rilevatori di Pornhub, ha risultati equivalenti soltanto in Grecia e Francia. Seguono non proprio a ruota i termini di ricerca “milf”, poi al terzo posto “mom”, al quarto “amatoriale napoli”, al quinto “footjob”. Anche se “italian” torna declinato in diversi modi (“Italiano”, “Italiana”) sempre nella top 20, come pure il concetto di signore in età con “mature”. Quindi secondo Pornhub il traffico proveniente da Vipiteno a Siracusa si incanala in queste due macrocategorie che ricalcano comunque le classiche tendenze autarchiche e mammone degli italiani.

Se poi si scorporano i dati, i risultati mutano leggermente mostrando alcune novità. Ed è il gentil sesso a stupire particolarmente. Le ragazze oltre al termine “italian” cercano con estrema frequenza tre categorie: “squirt”, “lesbian”, “extreme gangbang”. Per gli uomini invece la triade rimane “italian”, “milf” e “mom”.

Se invece si comparano le due ricerche risulta che le donne cercano più degli uomini (+9602%) il termine “cunnilingus”, a ruota (+6671%) “pussy licking orgasm”, poi (+3375%) “sex passionate”. Gli uomini, che di queste classifiche dovrebbero sicuramente fare tesoro, sono superati dalle signore anche in “extreme gangbang” (+160%), threesome (+90%) e anal sex (+40%).

Un ulteriore approfondimento oltre le categorie di ricerca, cioè tra le “visioni” vere e proprie dei video, e continuano le sorprese. Le donne vedono video “female friendly” più del 987% rispetto agli uomini, la gangbang +480%, lesbian +297% e perfino guardano più video “bondage” (+270%) rispetto ai mammoni maschi.

Ribaltando il meccanismo i dati al maschile sono impietosi: gli uomini guardano con un +878% i video con “celebrity”, “ebony” (+439%) e amateur (134%). Ancora: i risultati dei video più visti dagli uomini ne certificano il monotematismo e la fase perennemente puberale: big tits, mature, milf, big dick (sic!), babe, teen. Nel Nord Italia, rispetto al centro e al Sud, spopola l’ “outdoor”. Al centro ci si dedica più a sculacciate ed ammucchiate (Bondage, Japanese e gangbang).

Mentre rispetto agli utenti europei le donne millennials italiane cercano molto il sesso anale (nelle derivazioni “amateur” +243% e “gangbang” +102%), gli uomini il termine “mamma” (+1319%): risultato che triplica in modo imbarazzante se lo si compara alle ricerche mondiali: +3379%. D’ora in avanti chi parlerà di maschio italiano non potrà che ridere a crepapelle. Potenza di Pornhub.