“Non so se ridere o piangere all’interno del campo rom. Non vedo l’ora di rimettere le cose in ordine”. Così il leader della Lega Matteo Salvini a Tor Sapienza a Roma durante la visita del campo rom di via Salviati . “La richiesta di tutti, quindi anche quella dei rom, è che non ci siano situazioni come queste. Quindi chi ha diritto, chi ha un lavoro, deve mandare i figli a scuola, la casa se la compra o se la affitta come tutti gli italiani. Qualcuno ha mangiato su problemi come questi, vedremo chi è stato. Questa non è una situazione civile né per loro, né per chi ci convive”. Ha aggiunto Salvini al termine del sopralluogo nel campo rom. “Devono vivere nelle case come tutti gli italiani perché nel 2016 non si può abitare nelle baracche e nei container. Con tutti i soldi che stanno spendendo per i campi rom, sai quante case puoi affittare?”. Quando il leader del Carroccio ha lasciato il campo nomadi per raggiungere l’auto che poi lo ha portato via un piccolo corteo di rom lo ha seguito per un breve tratto e ha applaudito ironicamente