Con quella faccia un po’ così, l’ultima cosa che ci si aspetterebbe da lui è una qualunque perversione. Con quel nome che s’è scelto, poi. E invece Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, vanta un campionario di vizi da far invidia al marchese De Sade.

Notoriamente bigamo e per sua stessa candida ammissione ossessionato dal sesso e dal gioco, Pupo ha confessato di non aver disdegnato la compagnia maschile (e un qualche indizio si trovava già nel testo di Gelato al cioccolato, brano scritto da Malgioglio, trionfo e manifesto dell’ambiguità dal 1979 in poi). L’ultima provocazione del cantante toscano è affidata al settimanale Oggi, al quale Pupo ha raccontato del suo ritorno alla musica e della sua vita quotidiana con una moglie, Anna, e un’amante ufficiale, Patricia.

Dopo quasi vent’anni di silenzio, infatti, Ghinazzi esce con un nuovo disco, e sebbene prometta di non avere intenzione di dare scandalo, gli elementi per lo scandalo pare li abbia cercati con arte: a cominciare dal titolo, Porno contro amoreche proprio puritano non è. L’inequivocabilità del testo fa il resto: “Non sono più capace di innamorarmi e di fare l’ amore/ ma ho un disperato bisogno di sesso che devo sfogare / con te con lei con lui da me”. Vabè, sarà. A sublimare il senso profondo della canzone tutt’altro che buonista, la vera notizia di cui sentivamo il bisogno: a dirigere il video del brano sarà Giuseppe Cruciani, il giornalista-polemista de La Zanzara. Praticamente la strana coppia. “Non andremo certo al prossimo Sanremo insieme – ha detto Pupo a Oggi – Ci siamo visti qualche giorno fa a cena, gli ho fatto sentire in anteprima Porno contro Amore ed è letteralmente impazzito. Gli abbiamo proposto di fare il regista del video: Cruciani sui temi ‘porno’ e ‘amore’ ha conoscenza diretta, è un numero 1 sulle variabili del sesso. Nei prossimi giorni saremo sul set. Sarà una bomba..!”.