Il Comune di Milano, in accordo con l’Azienda trasporti milanesi (Atm), regalerà abbonamenti per l’utilizzo dei mezzi pubblici ai cittadini residenti disoccupati e ai i precari tra i 18 e i 35 anni, con contratti di lavoro a tempo determinato, a progetto, di inserimento, di apprendistato o titolari di borse di dottorato universitarie, assegni di ricerca o assimilabili, con un reddito Isee inferiore o uguale a 20mila euro.

L’iniziativa “Milano viaggia con te 2016“, promossa dall’assessorato alle Politiche per il lavoro, partirà il 18 febbraio con la raccolta delle domande per ottenere l’abbonamento gratuito. Sarà possibile inoltrare la richiesta di partecipazione al progetto entro domenica 21 febbraio, collegandosi all’apposita sezione del sito del comune milanese dedicata all’iniziativa e seguendo tutte le indicazioni.

I requisiti necessari per fare richiesta di partecipazione– Concepito come una misura di politica attiva a sostegno dell’occupazione, il fondo pubblico sarà destinato per il 75% ai disoccupati e per il 25% ai precari. I requisiti per accedere al bando sono: la residenza a Milano per i cittadini italiani, l’attestato di iscrizione anagrafica al Comune di Milano per i cittadini europei e, per i cittadini extraeuropei, l’essere in regola con il permesso di soggiorno. Chi ha perso il lavoro prima del 21 dicembre 2015 dovrà essere in possesso della certificazione dello stato occupazionale rilasciata dal Centro per l’impiego di Milano. I disoccupati a partire dal 21 dicembre 2015 dovranno richiedere il rilascio della Did, la Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro rilasciata attraverso il sistema informativo regionale.

Il commento dell’assessore Tajani promotrice dell’iniziativa – “Nonostante le continue riduzioni della spesa corrente – spiega l’assessora alle Politiche per il lavoro, sviluppo economico, università e ricerca Cristina Tajani – anche quest’anno siamo riusciti a stanziare nuove risorse per agevolare la mobilità di chi ha perso il lavoro o vive in situazioni di precarietà e magari ha necessità di muoversi in città per cercare un’occupazione. Questa edizione – continua Tajani – presenta inoltre una novità importante: gli abbonamenti verranno assegnati ai lavoratori precari con il minor reddito Isee del nucleo familiare e ai cittadini che hanno perso il lavoro da più tempo”.