A Ostia il caso affittopoli si fonde con il cemento depotenziato dei “palazzi Armellini”: 1042 appartamenti, le cosiddette case di sabbia. Ci abitano in 4mila, in abitazioni così fatiscenti che sono puntellate da impalcature per evitare che crollino. L’affitto è irrisorio, pochi sono quelli che pagano e della manutenzione nessuno se ne occupa