“Provo a spiegarlo con parole semplici, vista la complessità della materia”, ha scritto Ivan Pedretti segretario generale Spi-Cgil, “secondo questo disegno di legge le reversibilità vengono considerate prestazioni assistenziali e non più previdenziali. Che cosa significa e che cosa comporta tutto questo? Significa che l’accesso alla pensione di reversibilità d’ora in poi sarà legata all’Isee, per il quale conta il reddito familiare e non quello individuale. Di conseguenza il numero di coloro che vi avranno accesso inevitabilmente si ridurrà e saranno tante le persone che non si vedranno più garantito questo diritto”.

TAGLIARE-LA-REVERSIBILITA' (1)