“La legge sulle unioni civili è un tentativo di prendere atto dei cambiamenti che si sono verificati nella società e nella famiglia”. Parola di Heiner Bludau, decano della Chiesa evangelica luterana in Italia che non nasconde la differenza di vedute con i “colleghi” delle gerarchie cattoliche. “Il compito di noi pastori è accompagnare le persone nel loro modo di vivere – continua il religioso – Basta coi pregiudizi sugli omosessuali. Non sono malati né perversi. Se sono così è perché l’ha voluto Dio”. L’alto prelato protestante, sposato con due figli, cita il caso della Germania, il suo paese: “Nella legge tedesca sulle unioni delle persone dello stesso sesso non c’era traccia della stepchild adoption. L’ha introdotta la magistratura perché quella norma è a difesa dei bambini”  di Cosimo Caridi