“Non difendiamo la famiglia tradizionale ma quella naturale, questa accusa morale dimostra che non avete più argomenti” così Mario Adinolfi al termine del Family Day replica alle accuse sui social di ipocrisia per il suo divorzio e il suo secondo matrimonio al Las Vegas.

“Dico cose sensate, sono in sintonia con questa piazza, sono un peccatore ma qui c’è chi è meglio di me e mi apprezza” aggiunge. “Voglio dire a Renzi che noi ricordiamo, era accanto a me al family day contro i Dico, è legato a questa piazza, non può per calcolo politico oggi cambiar idea, è anche un calcolo sbagliato, lui tiene al consenso, al referendum costituzionale, allora valuti bene i prossimi passi politici” è la sua velata minaccia: “Non siamo fanalino di coda, ma l’avanguardia d’Europa”