100 milioni di dollari, metà alla vedova Iman e metà suddiviso equamente tra i due figli: così sarà ripartita l’eredità di David Bowie secondo quanto scritto nel testamento, reso pubblico a New York. Depositato in un tribunale di Manhattan, il documento con le ultime volontà di Bowie mette fine a una lunga serie di supposizioni e rumors intorno all’ammontare del patrimonio dell’artista e alle disposizioni testamentarie: oltre ai figli e alla moglie, due milioni di euro vanno all’assistente personale della star, Corinne Schwab e un altro milione all’ex bambinaia Marion Skene. Il Duca Bianco ha chiesto poi che le sue ceneri fossero disperse a Bali con rituale buddista. Non è chiaro se la cosa sia già avvenuta. Il corpo di Bowie è stato cremato il 12 gennaio nel New Jersey, secondo quanto riportato sul certificato di morte allegato al testamento. Ed è stato riferito che nessun familiare o amico era presente alla cremazione, in accordo con i desideri del musicista. Bowie, com’è noto aveva pubblicato il suo testamento in musica, Blackstar, due giorni prima della morte.  L’album è al numero uno nelle classifiche del Regno Unito da tre settimane e nelle prime posizioni delle classifiche in moltissimi paesi del mondo. In Italia ha esordito al primo posto e questa settimana è al terzo posto.