La prima puntata della nuova stagione di Storie Maledette si è confermata esempio di grande programma giornalistico, realizzato praticamente a costo zero, senza format, senza fronzoli, senza montaggio à la page. Tutto ruota intorno alla carismatica figura di Franca Leosini che ha non solo ottenuto risultati lusinghieri dal punto di vista dell’auditel ma ha anche spopolato sui social. Eccola in un filmato realizzato al Muccassassina, la serata gay che anima i venerdì della Capitale, che nel 2013 aveva scelto come icona gay proprio la Leosini: “Una donna di cultura e sensibilità, che riesce a cogliere il lato umano anche dei criminali più efferati”, sostengono i partecipanti. (Video di Irene Buscemi)