Regione Lombardia aderisce al Family Day e una delle più ferventi sostenitrici della scelta sembra essere Viviana Beccalossi, assessore regionale in quota Fratelli d’Italia, che il 30 gennaio sarà a Roma accanto a Giorgia Meloni per difendere la famiglia tradizionale.

“Personalmente credo che ogni scelta comporti una rinuncia. Difficile che un matrimonio sia tra due uomini o due donne, fin da bambina ho visto matrimoni tra uomo e donna. Sarò all’antica… ma trovo vergognoso dovermi giustificare perché ritengo che una famiglia sia composta da un maschio e da una femmina che possono procreare dei figli”. Poi si lancia oltre: “In un momento in cui non si sposa più nessuno mi sembra una provocazione volere ciò che non si può avere… Oggi è di moda sostenere i gay, io nella mia banalità sono convinta di rappresentare molti italiani silenti. Non è che siccome i gay gridano più delle famiglie normali allora hanno ragione loro… io mi auto-incorono banale, viva la normalità