Bufera in Rai per alcune frasi choc pronunciate da Carlo Panella, giornalista e scrittore esperto di Medio Oriente, durante la trasmissione Uno Mattina (Rai Uno), condotta da Tiberio Timperi. Ospite in studio assieme all’avvocato palermitano Giulia Bongiorno, la firma de Il Foglio interviene sulle molestie avvenute a Colonia nella notte del 31 dicembre. E osserva: “Dietro Colonia c’è la dinamica del branco: un gruppo di maschi ubriachi, liberi, testosterone, che fanno le porcate che facevano i maschi in Sicilia e che forse fanno ancora in Sicilia“. Poi, rivolgendosi a Giulia Bongiorno, continua: “Lei conosce bene… ci sono delle foto clamorose della Sicilia, come quella degli anni’50: la bedda ragazza che passa e tutti i galletti dietro”. L’avvocato sorride, annuisce e il giornalista sottolinea: “Questa è una cosa orrenda, ma c’è ancora un nodo culturale e, ahimè, religioso che è quello che ci fa dire: ‘Non ne parliamo’. Quando fu sgozzato da un estremista musulmano il regista Theo van Gogh, la testimone non disse che l’assassino era vestito da musulmano, perché aveva paura di essere razzista”. E aggiunge: “Io, esattamente dove sono successi i fatti di Colonia, negli anni ’70, facevo politica tra gli immigrati. Ero uno di sinistra, ero in Germania e quindi conosco benissimo quel contesto. E conosco un elemento fondamentale: la miseria sessuale dell’immigrato maschio