“I magistrati del Vaticano mi contestano di aver fatto pressioni su monsignor Lucio Angel Vallejo Balda, ma io ho esibito, e mandato in onda a ‘Quarto Grado’, tutti gli sms e le mail per far capire quali fossero i toni e le frasi usate con il prelato. Questo per dimostrare la mia assoluta correttezza e il rispetto verso le ‘fonti'”. Così il giornalista Gianluigi Nuzzi, ospite a Milano della riunione di redazione della redazione de ilfattoquotidiano.it, sul suo processo in Vaticano per concorso nella sottrazione e divulgazione di documenti riservati. L’autore di ‘Via Crucis’ (edito da Chiarelettere) poi aggiunge: “Non una riga del mio libro è stata ancora smentita”