Gli speaker de “Lo zoo di 105″ Marco Mazzoli e Gilberto Penza sono stati condannati per aver diffamato Rossella Brescia. La pena è sospesa e subordinata al pagamento di un risarcimento alla ballerina e conduttrice tv di 15mila euro da parte di Mazzoli e 1000 da Penza. A deciderlo è stato il Tribunale di Roma.

I due erano accusati di diffamazione per le dichiarazioni fatte nella puntata dell’8 ottobre 2012. Parlando della Brescia, gli speaker fecero riferimenti alla relazione della ballerina con l’ex regista di “Buona Domenica” Roberto Cenci. Mazzoli disse: “Ha inventato sicuramente un modo per arrivare in televisione senza dover fare la gavetta“. Per questo motivo Brescia querelò i due conduttori. “Sono diventata una ballerina stimata”, ha detto scoppiando a piangere all’udienza dello scorso maggio, “prima di conoscere il mio ex marito. Ho faticato all’Accademia per imparare a ballare. I miei genitori si sono sacrificati per aiutarmi. Il successo è il frutto del mio sudore”.